Viaggiando nella storia

 

Un viaggio a ritroso nella storia attraverso le città imperiali e coloniali che determinarono la formazione del Brasile moderno. L’eccellenza e l’opulenza dell’architettura coloniale portoghese, ma anche il fascino e l’utenticità della sua decandenza. Dalla capitale dell’Impero e prima città cosmopolita, Rio de Janeiro, alla prima capitale della colonia e culla del Brasile, Salvador, passando per le città dei cicli economici  dell’oro e dei diamanti a Minas Gerais e della canna da zucchero e del tabacco a Bahia.

1º giorno  (venerdì) – Rio de Janeiro

Arrivo in aeroporto a Rio de Janeiro. Ricevimento da parte della nostra guida. Trasferimento al Hotel Ipanema Plaza http://www.ipanemaplaza.com.br/ perfettamente localizzato nel cuore dell’elegante quartiere di Ipanema a poche decine di metri dai migliori tratti di spiaggia. Breafing con la guida per la presentazione de tour della città e per le eventuali personalizzazioni.

2º giorno  (sabato) – Rio de Janeiro

In mattinata uscita per il city tour. Il perchè si chiama “Rio cidade maravilhosa” lo si capisce guardando la città da una delle nuove sette meraviglie del mondo, il Cristo Redentore, che domina la città dal Corcovado circondato dalla lussureggiante Floresta da Tijuca (maggiore area di mata Atlantica urbana del pianeta). Camminata (1 ora) nella foresta con sosta alla Cascatina di Taunay per raggiungere alla Fondazione Castro Maia per una visita dell’antica proprietá con i suoi splendidi giardini e della esclusiva collezione d’arte, tra cui opere di Matisse e Miró e stampe di Debret e Rugendas, un vero museo immerso nella natura. Pranzo, pomeriggio e serata liberi. Si consiglia cenare al Rio Scenarium, tipica casa de show carioca nella quale si esibiscono gruppi di samba. L’antica casa, localizzata nello storico e bohemiem quartiere di Lapa, possiede una collezione di circa diecimila pezzi di antiquariato e modernariato (non incluso).

3º giorno (domenica)  – Rio de Janeiro

Mattinata e pranzo liberi. Nel pomeriggio camminata per il centro storico della città, per conoscere la capitale dell’unica corte imperiale europea fuori del vecchio continente, quella portoghese degli Orleans e Bragança. Rio de Janeiro fu la prima cittá cosmopolita del Brasile risentendo fortemente della “contaminazione” culturale europea, soprattutto a livello urbanistico ed architettonico. Durante il tour del centro storico sono anche previste le visite del Real Gabinete de Leitura, della Candelaria, della Chiesa di San Benedetto dei Uomini Neri ed il famoso quartiere di Lapa con la Escadarias di Selaron. A fine pomeriggio visita di uno dei principali punti turistici della cittá: il Pao de Açucar con la sua imperdibile vista della Baia de Guanabara al calar del sole. Tramonto e aperitivo al tradizionale Bar Urca. Serata libera.

4º giorno – Paraty

Trasferimento a Paraty (2 pax in autobus di linea e 4/6 pax mezzo privato con autista) l’antica città coloniale, importante sede della Massoneria, che raggiunse l’auge della sua potenza economica nei secoli XVIII e XIX, quando dal suo porto transitavano tutte le navi che caricavano l’oro estratto dalle miniere di Minas Gerais diretto in Europa e “scaricavano” gli schiavi provenienti dall’Africa. Sistemazione nella Pousada do Sandi – http://www.pousadadosandi.com.br/. City tour visitando i principali monumenti, musei e punti turistici della città, considerata monumento nazionale ed eletta dall’Unesco Patrimonio Storico e Culturale dell’umanità. Serata libera da dedicare all’animata città coloniale con i suoi negozietti di artigianato, barettini e ristoranti tipici.

5º giorno – Paraty

Trasferimento alla spiaggia di Paratymirim. A bordo di barche di pescatori si naviga il Saco de Mamangua unico “fiordo tropicale” del Brasile, appartenente alla riserva naturale di foresta atlantica considerata dall’Unesco patrimonio della biosfera. Da un lato la lussureggiante foresta pluviale della Serra do Mar, dall’altro spiaggette vergini ed una vastissima area di foreste di mangrovie. Da secoli il Saco di Mamangua è abitato da comunità Caiçaras (meticci con discendenza indigena ed europea), etnia che da secoli vive di pesca e artigianato. Remata a bordo di canoe (facoltativa) lungo uno dei corsi d’acqua che passa tra la fittissima vegetazione della foresta di mangrovie. Visita di una comunità Caiçara in compagnia dei nativi e pranzo (incluso) tipico in una delle loro case dove si potrà assistere alla produzione artigianale di miniature di barche in legno. Rientro a Paraty e serata libera.

6º giorno – Rio de Janeiro/Belo Horizonte/Ouro Preto

Trasferimento stradale  all´aeroporto in orario per imbarcarsi sul volo per Belo Horizonte. Arrivo all’aeroporto CONFINS di Belo Horizonte, ricevimento da parte della nostra guida e trasferimento per Ouro Preto (2h). Sistemazione nella Pousada Arcanjo http://www.arcanjohotel.com.br/hotel-overview.html. Serata libera.

7º giorno – Ouro Preto

City tour tematico dell’antica “Vila Rica” sorta dopo il ritrovamento della prima pepita d’oro  da parte dei Bandeirantes (esploratori fedeli alla Corona Portoghese) e succeduta a Mariana come capitale dello stato di Minas Gerais. Visita dei monumenti, delle splendide chiese barocche e dei musei più importanti della città. Nella miniera Santa Rita situata in un antico quartiere antica area di garimpos (giacimenti) e per questo abitato per la maggior parte da afrodiscendenti,  il nativo Jeferson spiega come avveniva l’attività di estrazione del prezioso metallo descrivendo in maniera molto suggestiva il disumano lavoro degli schiavi nelle miniere.  Pranzo in un ristorante di cucina tipica mineira (incluso). Serata libera.

8º giorno – Tiradentes (Congonhas)

Trasferimento a Tiradentes percorrendo l’antica Estrada Real (così chiamata perchè imposta dalla Corona Portoghese per controllare il trasporto di carichi di oro soggetti a tassazione). Durante il tragitto si passa da Congonhas per visitare la Chiesa di Bom Jesus dos Matosinhos, opera prima dell’artista Aleijadinho con le famose sculture degli apostoli in “pedra sabao”. Pranzo (incluso) in un ristorante di cucina tipica mineira. Arrivo a Tiradentes e sistemazione nella Pousada do Ó. Si potrà cenare (non incluso) in uno dei ristoranti gourmet della città, famosa per ospitare tutti glia anni uno dei più importanti festival gastronomici del Brasile.

9º giorno  – Tiradentes (São João Del Rei)

In mattina camminata per conoscere l’affascinante città coloniale. A seguire, trasferimento alla vicina Sao Joao del Rei per visitarla e conoscere gli atelier dei Santeiros, artisti che da secoli si tramandano la tradizione della creazione di statue di santi in legno. Rientro a Tiradentes. Serata libera.

10º giorno  – Tiradentes/Belo Horizonte/Salvador

Nella mattina trasferimento stradale a Belo Horizonte (2h) in orario utile per l’imbarco sul volo per Salvador. Arrivo a Salvador e ricevimento da parte della nostra guida in aeroporto. Sistemazione al Catharina Paraguaçu http://www.hotelcatharinaparaguacu.com.br/, piccolo ed accogliente hotel realizzato in un’antica casa in stile coloniale e localizzato a Rio Vermelho, il quartiere bohemien della città, caratteristico per le piazzette con le “Baianas do Acaraje” (signore vestite con abiti tradizionali bianchi che preparano il tipico piatto della cucina afro-brasiliana). Giornata libera.

11º giorno  – Salvador

Uscita per il tour della città dove tutto cominciò, la culla del Brasile, la prima capitale della colonia portoghese. Il baiano DOC Jorge Amado la definì la “Roma Negra” per il sincretismo culturale e religioso permea la storia e la cultura di Salvador, la città che si dice abbia una chiesa per ogni giorno dell’anno (in realtà sono un numero considerevole ma non arrivano a 365) ed allo stesso tempo accoglie il maggior numero di negri del Brasile (in portoghese brasiliano la parola “negro” non assume connotazione negativa come negli USA). La parte storica della città è divisa in Cidade Alta e Cidade Baixa. Si conoscerà prima la Cidade Alta ossia del Pelourinho, il piú importante complesso architettonico coloniale delle Americhe, eletto dall’Unesco patrimonio culturale dell’umanità, il cuore dell’antica capitale. Dopo aver pranzato (incluso) al Senac (scuola di gastronomia baiana) ci si trasferisce alla Cidade Baixa, periferica e decadente, ma per questo più autenticao. La Cidade Baixa si sviluppò urbanisticamente in funzione delle attività del porto di Salvador, il più importante dell’emisfero sud del pianeta fino agli inzi del XIX sec. Durante il tour si visita la chiesa simbolo della religiosità baiana, la Igreja do Bonfim, ed uno dei più antichi mercati del Brasile, la Feira de Sao Joaquim, una vera “mappa della baianità”.. Serata libera.

12º giorno  – Salvador (Cachoeira)

Partenza dell’hotel e trasferimento a Cachoeira (2h) nel Reconcavo Baiano (regione interna, che delimita la Baia de Todos os Santos). Cachoeira fu una delle più antiche e importanti città coloniali del Brasile, considerata Monumento Nazionale per il suo patrimonio monumentale ed architettonico. Il tour della città catapulta il visitatore nel periodo della colonia in cui Cachoeira era una ricca città dove risiedevano le potenti famiglie dei “Signori della canna da zucchero e del tabacco” . La grande quantità di schiavi importata dall’Africa come mano d’opera nelle piantagioni, negli engenhos (luoghi di produzione dello zucchero) e nelle case padronali, dettero uno forte impronta alla cultura della regione, che preserva ancora oggi antiche tradizioni afro-brasiliane, soprattutto nella musica, nella religione e nella culinaria. Rientro a Salvador. Serata libera.

13º giorno – Praia do Forte

Trasferimento in auto a Praia do Forte (1 h), un antico villaggio di pescatori ormai diventato una delle più rinomate località balneari di Bahia, così chiamato per la presenza delle rovine della più antica residenza militare del Brasile, il Castelo Garcia D’Avila. Sistemazione nella Pousada Porto da Lua con spiaggetta privata. Giornate libere  dedicate al relax durante le quali  si potrà godere della bellissima spiaggia oceanica e bagnarsi nelle piscine naturali con fondo sabbioso ed acqua calma e trasparente, che si formano durante la bassa marea grazie alla protezione di barriere coralline. A Praia do Forte ha sede e si può visitare il Tamar, progetto per la protezione delle tartarughe marine e si possono svolgere una serie di attività di ecoturismo. Il centro del villaggio è molto carino ed offre svariate opzioni di barettini, ristoranti, negozietti di artigiananto e boutique.

14º giorno – Praia do Forte

Giornata libera

15º giorno – Salvador/Italia

Transferimento per l’aeroporto  di Salvador in orario utile per l’imbarco sul volo di rientro in Italia.

propecia onlinepropeciabuy propeciabuy propeciageneric propeciageneric propeciapropecia cost

Tweet This Share on Facebook

Viaggiando nella storia
Metti in Valigia